La Fondazione Gabriele Cardinaletti
Il Codice Atletico
La Carta del Fair Play di Panathlon
ATLETICO CLUB
I numeri del premio
Le associazioni beneficiarie
La giuria
Download
I vincitori 2013
Gallerie Fotografiche 2013
Rassegna Stampa 2013
Comunicati Stampa 2013
Rassegna Stampa 2011
Comunicati Stampa 2011
I vincitori 2011
Gallerie Fotografiche 2011
Edizione 2010
I vincitori 2010
Gallerie Fotografiche 2010
Edizione 2009
Edizione 2008
Edizione 2007
Edizione 2006
Banca Popolare di Ancona
Patrocini e Sponsor
Contatti
 


  I vincitori della sesta edizione del Premio Nazionale
 "L'Amico Atletico" - 2011.


ABRUZZO
MARIA CARLA DI RISIO
A.S.D. DEA


L'A.S.D. DEA di Chieti da circa 20 anni promuove le attività motorie e sportive nei confronti delle persone Diversamente Abili. A settembre 2010 la Provincia di Chieti e Comune di Chieti, per esigenze di bilancio, hanno tagliato i fondi per il trasporto dei disabili e molti di loro rischiavano di non continuare ad allenarsi. La Vice Presidente della suddetta Associazione, dott.ssa Maria Carla Di Risio, ha chiesto ed ottenuto al Consiglio Direttivo DEA la possibilità di assumersi autonomamente le spese per il trasporto.

CALABRIA
GIOVANNI CALOIRO

SQUADRA SAN LEONARDO DI CUTRO

San Leonardo 08/03/2011, vittoria e grande gesto di fair play in Terza Categoria San Leonardo di Cutro. In una partita di calcio si assiste spesso a gesti di follia, a scorrettezze e furbizie varie, domenica però al comunale di San Leonardo di Cutro si è verificato un episodio di fair play che raramente accade in questo sport. E’ il 10’ minuto del primo tempo, la gara è sullo 0-0, e al San Leonardo viene concesso un calcio di rigore per un presunto fallo di mano all’interno dell’area, ma dopo la concessione del penalty i calciatori di casa si accorgono che dall’altra parte del campo c’è un avversario dolorante a terra. Così la squadra di mister Caloiro, decide all’unanimità di sbagliare intenzionalmente il rigore, di fatto Trapasso lo calcia a lato tra gli applausi dei presenti e della squadra ospite.

CAMPANIA
LUCIO MAURINO
GRUPPO SPORTIVO FIAMME GIALLE

Pluricampione mondiale, europeo e italiano di Karate sottufficiale delle Guardia di Finanza, appartenente al Gruppo Sportivo Fiamme Gialle. Oltre ai grandi risultati sportivi personali ha dato vita ad una società sportiva Sportivart che promuove attività culturali, scientifiche, convegni, seminari, stage di allenamento con grandi maestri internazionali, camp estivi. Ha inventato la Karatemusic, una coreografia sportiva a suon di musica.

EMILIA ROMAGNA
MARCO MAGRO
BASKET REGIA VILLANOVA

Per segurie il padre rimasto paraplegico in seguito ad un incidente, Marco lo affianca giocando a basket in carrozzina ed è diventato un punto di riferimento per tutta la squadra che partecipa al campionato di serie B. La squadra è collegata al centro di riabilitazione Giuseppe Verdi di Villanova sull'Arda.


LAZIO
ROBERTO PIETROPAOLI

REAL RIETI

Un gesto bellissimo avvenuto sabato 19 febbraio nell’ottava giornata di ritorno del girone A di serie A2.
Era il quarto minuto di gioco della ripresa fra Adriatica Pescara e Real Rieti. Adornato del Real subisce un probabile fallo non ravvisato, l’Adriatica riparte ed entra in area di rigore amaranto celeste, dove avviene un contrasto tra Zanchetta e Palusci che termina a terra. Nell’immediato capovolgimento di fronte è lo stesso Zanchetta ad infilare la porta biancoceleste. Si scatena l’ira della società pescarese e qualche dirigente biancoceleste entra nel rettangolo di gioco dalla gradinata, scagliandosi contro i direttori di gara che convalidano la rete. A quel punto dagli spalti il presidente Pietropaoli si alza ordinando ai propri giocatori di restituire la marcatura. Palla al centro e Vanderlei realizza.

LIGURIA
ANDREA CADILI
RARI NANTES SORI

Nuotatore paralimpico con disabilità importanti che ha fatto la traversata Messina-Reggio Calabria a nuoto e vinto diverse medaglie, ma che soprattutto è uno sportivo eccezionale sempre disponibile, pur nelle sue difficoltà, a sostenere eventi e attività. Per esempio in questi giorni è stato un importante membro dello staff organizzatore dei Global games 2011 i mondiali per atleti con disabilità intellettivo relazionali che si svolge in Liguria.

LOMBARDIA
DAVIDE TEMPERA
POL. BUGLIO IN MONTE

In un calcio dai toni sempre più esasperati, spesso anche sui campi di periferia, sono rari i gesti di autentica sportività che riportano in auge quelli che dovrebbero sempre essere i valori dello sport. Uno di questi gesti è stato compiuto giovedì 31/03/2011, in occasione del recupero di Terza categoria Sondalo-Buglio, da Davide Tempera, numero dieci della compagine ospite. Con un giocatore sondalino a terra un giocatore proprio del Sondalo ha fermato con le mani il pallone nella propria area di rigore: un gesto istintivo, per permettere i soccorsi al compagno momentaneamente infortunato. Il gioco, però, non era stato interrotto e così l’arbitro non ha potuto fare a meno di assegnare il calcio di rigore per il Buglio.
Sul dischetto si è così presentato lo specialista Davide Tempera che però, con grande sportività ha in pratica effettuato un retropassaggio al portiere del Sondalo, sbagliando volontariamente il penalty.

MARCHE
R
ICCARDO COPPARI
JUDO SAMURAI

Durante un incontro ha preferito soccorrere l'avversario piuttosto che vincere il suddetto incontro

MOLISE
ANTONIO MINADEO
ATLETICO TRIVENTO

Durante la partita di campionato di seconda divisione tra Trapani e Campobasso, il capitano della squadra molisana notava che a bordo campo (tra gli accompagnatori dei disabili) un giovane era caduto a terra svenuto. Abbandonava la partita e correva immediatamente verso il malcapitato praticandogli il massaggio cardiaco e richiamando l'attenzione del personale sanitario.

PUGLIA
OTTAVIO LOVECE
CIRCOLO SPORTIVO "LA QUERCIA" PUTIGNANO (BA)

Nel corso di una partita del Torneo delle Regioni, a Colleferro, nel Lazio, contro il Trentino Alto Adige, sullo 0-0, Ottavio era solo davanti al portiere. Poteva, doveva fare gol, dopo la sconfitta dell’esordio. E invece, con un avversario a terra, ha ascoltato il suo tecnico – Oronzo Signorile, ct della selezione Giovanissimi della Puglia – e non ci ha pensato due volte. Ha calciato il pallone fuori. Per un quindicenne, un gol in una manifestazione nazionale è una specie di favola. Non si dorme per tre notti. E invece Ottavio, che è di Putignano, figlio di un architetto e un insegnante, ha fatto il gran gesto.

SICILIA
VERONICA FLORENO
A.S.D. POLE POLE

Questo è quanto accaduto lo scorso anno in occasione dei Campionati Italiani Para Archery 2010 di Poggibonsi (Si). Dopo l'assegnazione dei titoli italiani, la società organizzatrice dell'evento ha consegnato altri premi, tra i quali il "Premio all'atleta più giovane in gara", dandolo per errore all'atleta della Nazionale italiana para archery Veronica Florena. La Floreno, nata ad Erice (Tp) il 29 maggio 1981, dopo averlo ricevuto, ha reso noto al suo tecnico personale e tecnico della Nazionale Renato Fuchsova che probabilmente c'era stato un errore, in quanto la compagna di Nazionale Elisabetta Mijno, torinese, è nata il 10 gennaio 1986. Fuchsova, che conosce bene entrambe, ha subito confermato questa ipotesi e Veronica Floreno si è premurata di andare dall'amica/avversaria consegnandole di persona il Premio ricevuto poco prima. Per la cronaca, il Campionato Italiano era stato vinto proprio dalla Mijno, mentre la Floreno era salita sul terzo gradino del podio.

PIEMONTE
VALTER LANNUTTI

BRE BANCA LANNUTTI CUNEO VOLLEY

Grazie alla sportività del presidente della Bre Banca Cuneo volley, Valter Lannutti, si giocheranno al Fontescodella di Macerata le partite delle semifinali dei play off scudetto tra la Lube Volley e la Bre Banca Lannutti Cuneo. Il Cda della Lega Pallavolo Serie A ha trovato un accordo sia con la società Lube Macerata sia con gli avversari della Bre Banca Cuneo sia con l'amministrazione comunale di Macerata. Infatti il Presidente Lannutti ha acconsentito di giocare presso il palazzetto Fontescodella di Macerata, pur non essendoci i requisiti, permettendo alla squadra avversaria del Macerata di giocare i play off di fronte al suo pubblico. Grande fairplay di Valter Lannutti.

VENETO
GIANCARLO FINOTTO

A.S.D MUSSETTA 2010

Il programma di questa squadra è un trattato di pace: al posto del galiardetto si regala una bottiglia vino (simbolo dell'amicizia), terzo tempo a fine partita (con avversari e arbitri) manifesti appesi in cui si chiede al pubblico di non offendere né avversari né arbitri, a fine anno l'utile societario sarà devoluto al reparto oncologico dell'ospedale di San Donà.
   

Fondazione Gabriele Cardinaletti Onlus • Via Maiolati, 14 • 60035 Jesi (AN) • Tel e fax 0731 080877 - cell. 345 0445286 • P.Iva 02378280420 • C.F. 91030760424

www.fondazionegabrielecardinaletti.it  -  info@fondazionegabrielecardinaletti.it   info@codiceatletico.it 

Privacy